trebbiatura

Meriggio. La macchina trebbia

ansando con rombo profondo.

Il grano, rigagnolo biondo,

giu' scorre. Nell'aria e' una nebbia

sottile. Sogguarda per l'aria

il nonno, con faccia rubizza

Nell'aria una rondine guizza,

radendo la bassa grondaia.

E intanto, che ressa sul ponte,

tra i mucchi di spighe e di paglie,

col sole che gli occhi abbarbaglia,

col sole che affuoca ogni fronte!

Le donne di rosse pezzuole

Avvolgon le trecce sudanti.

Non s'odon ne' risa, ne' canti.

Ma il nonno: - Su, allegre, figliole.